Perseidi: il mistero dellle lacrime di San Lorenzo nel cielo di agosto

 

La notte del 10 agosto, come tradizione vuole, possiamo ammirare nel cielo le Perseidi, conosciute anche come lacrime di San Lorenzo. Un evento astronomico magico tra i più attesi durante il quale possiamo esprimere i nostri desideri.

Quando e come vederle meglio?

Nonostante la notte per eccellenza cada oggi, la pioggia di comete avrà il picco massimo di visibilità il 12 e il 13 agosto. Per osservare al meglio le Perseidi basta seguire qualche piccolo consiglio. Allontanati il più possibile dalle luci evitando l’inquinamento luminoso. I luoghi ideali sono la montagna o la spiaggia completamente buia. Sdraiatevi e orientate il vostro sguardo verso Nord- est dove sorge la costellazione di Perseo, da qui noterete la maggiore attività. La visione sarà decisamente migliore se vi attrezzerete con binocolo, telescopio o cannocchiale.

Perchè si parla di lacrime di San Lorenzo?

San Lorenzo muore arso vivo su una graticola ardente il 10 agosto del 258 d.C. In onore del suo martirio nel 36 d.C. si è osservato per la prima volta questo sciame meteorico. Così da allora, si dice che le lacrime del santo vaghino nei cieli per scendere sulla Terra il 10 agosto, in ricordo della sua morte.

Esprimi un desiderio

La credenza popolare afferma che tutti coloro che ricordano il supplizio di San Lorenzo osservando le sue “lacrime” nel cielo, avranno esauditi i desideri espressi.

Cosa sono davvero le Perseidi?

Non sono altro che i detriti lasciati dal passaggio intorno al sole della cometa Swift-Tuttle, transitata solo nel 1992 vicino alla Terra. Le dimensioni della cometa sono molto grandi, misura circa 10 km di diametro, le Perseidi che ammiriamo nel cielo invece, appena entrano nell’atmosfera, si riducono ad un granello di sabbia.

Perchè si chiamano così?

Appurato che le Perseidi sono frammenti di una cometa ben più grande che ogni anno compie un giro intorno al Sole, non ci resta che scoprire il perchè di questo nome. Si è osservato che tutte le scie luminose provengono dalla stessa direzione, ovvero dalla costellazione di Perseo.