Il massaggio facciale che faccio ogni mattina ha migliorato il mio viso

Dopo i 30 la forza di gravità è un fatto certo. Al di là del nuovo corso di pilates che ho iniziato per rassodare il corpo, ciò che mi interessa maggiormente è l’aspetto del mio viso. Un stato d’animo positivo può darmi una mano per distendere le rughe e darmi un aspetto più radioso, ma ammetto che mi serviva qualcosa di più, che ne so… del tipo un massaggio facciale.

Alla ricerca di un metodo per migliorare il viso

Nella barra di ricerca di Google digito “massaggio al viso” e vengo catapultata nel mondo delle antiche tecniche orientali di Cina, India e Giappone. Ne avevo già sentito parlare in passato quando discutevo con una mia amica sui massaggi con i sassi caldi e altre tecniche davvero particolari. Se solo avessi avuto tempo e le cifre esorbitanti che chiedevano, l’avrei fatto sicuramente. Ma la realtà è un’altra e avevo bisogno di una soluzione efficace ma sicuramente più veloce e pratica.

 

Senza chimica si può fare

Qualche tempo dopo (i fatti risalgono a circa cinque mesi fa), la mamma di un amico di mio figlio mi parla del suo nuovo lavoro e di quanto lo trovasse interessante. Quello che ha catturato la mia attenzione è stata una frase del tipo “senza chimica si può fare” e tra un discorso e l’altro mi ha illustrato i prodotti che vende.

La filosofia di questa azienda di Treviso che si chiama Blueeco ruota intorno a due concetti, inquinare il meno possibile e rendere facile ciò pensavamo fosse noioso e stressante: tipo le pulizie domestiche.

Cura della pelle

Tra i vari prodotti ecologici per la pulizia della casa butto l’occhio nel depliant nella sezione “cura della pelle”. Ebbene lei mi dice una cosa del genere “Questo dischetto in microfibra non è solo utile per struccarsi senza latte detergente, ma puoi farti un auto massaggio per riattivare la micro circolazione cutanea”. Sorridevo e pensavo tra me e me “ok aspettavo questo, ora ci devo provare”. Era la soluzione giusta per me, anzi è, perchè ancora oggi lo uso con gran soddisfazione.

LEGGI ANCHE L’ESPERIENZA DI ANTONELLA: Struccarsi “Un cambio di abitudine con semplicità”

Auto massaggio facciale con un particolare dischetto in microfibra

Cosa può avere un dischetto in microfibra di così eccezionale? A parte il nome Cocò che mi ha fatto subito pensare a Chanel e a quello che rappresenta: eleganza, stile, bellezza senza tempo ecc. Questo particolare prodotto è costituito da una microfibra molto soffice. La microfibra è un materiale di cui sentiamo parlare da anni, ma devo ammettere che le uniche cose che conoscevo erano accappatoi e asciugamani. Ho scoperto che esistono tanti tipi di microfibre, quella Blueeco è composta da una trama molto fitta che pulisce davvero a fondo sia la casa che il viso. A parte l’ironia, il principio è quello con la differenza che la microfibra per la cura della pelle ha caratteristiche ovviamente diverse.

Come uso il dischetto Cocò

La sera lo passo sotto l’acqua, lo strizzo un po’ e con movimenti circolari detergo il viso. Solo con acqua va via il trucco. Se vi sembra una cosa assurda dovete sapere che oltre a rimuovere facilmente il make up, lo elimina davvero tutto. Si, è decisamente incredibile già così. Ma veniamo al mio massaggio facciale. La mattina prendo il mio dischetto lo passo sotto l’acqua e massaggio viso e collo. I movimenti che compio sono illustrati bene in questa foto.

I risultati solo dopo una settimana

La mia pelle è levigata, luminosa, tonica e ho un bel colorito. Sembra uno slogan pubblicitario ma questa è la mia reale esperienza.

Giada

 

Qui il Dischetto Cocò