5 cose che non sapevo sull’acido citrico: ho sostituito ben 10 detersivi chimici

 

Qualche tempo fa ho deciso di cambiare abitudini verso uno stile di vita più sostenibile. Per qualche mese mi sono interessata agli effetti negativi dei detersivi chimici sia all’interno delle mura domestiche, sia sull’ambiente. Un doppio inquinamento che ho deciso di evitare adottando altre soluzioni. Le pulizie ecologiche sono la miglior risposta che ho trovato contro l’inquinamento domestico, e devo ammettere che sono molto soddisfatta.

In passato usavo molti prodotti specifici, detersivi chimici di ogni genere, che maneggiavo tra l’altro senza guanti e facevo respirare a tutta la famiglia.

L’effetto pulito attraverso una fragranza sintetica era la menzogna più grande dalla quale dipendevo.

Ho iniziato con metodi semplici ed ecologici ed ora il mio armadietto dei detersivi conta pochi prodotti ecologici multiuso. E’ il caso dell’acido citrico. Riporto esattamente le 5 cose che non sapevo su questo prodotto favoloso.

  1. La prima impressione che ho avuto sentendo il nome è che non fosse naturale ma bensì una sostanza appunto acida corrosiva. Invece è completamente ecologico e sicuro. Si presenta in polvere, è inodore e solubile in acqua. Viene ricavato dalla fermentazione di limoni e altre sostanze 100% vegetali.
  2. Nelle pulizie ecologiche si utilizza come anti-calcare e disincrostante per piastrelle e piani cottura. Basta diluire una piccola quantità in acqua, in uno spruzzino di riciclo o in una bacinella, inumidire un panno e procedere nelle pulizie.
  3. Si utilizza per tantissimi scopi. Per pulire i vetri, per lucidare i metalli, come antimuffa, come brillantante in lavastoviglie, come ammorbidente in lavatrice e per la manutenzione degli elettrodomestici. Non è incredibile che un solo prodotto abbia tutte queste funzioni?
  4. Perchè faccia effetto in modo efficace basta una piccola quantità. Mi aiuto con il misurino che ho trovato nel baratto di acido citrico Blueeco che ho comprato (lo trovi qui). Questo significa che questo utilissimo prodotto dura a lungo e anche se all’inizio sembra costare un po’ di più, in realtà il risparmio a lungo termine è assicurato.
  5. Anche se è una sostanza ecologica e sicura (pensate che viene aggiunto in certi alimenti per conservarli) ha un’avvertenza. Essendo una sostanza acida concentrata, più potente dell’aceto e del succo di limone, non va utilizzata su certi materiali. Marmo, granito, cotto e legno. Questa accortezza verso i diversi materiali tra l’altro l’ho sviluppata attraverso le pulizie ecologiche. Prima utilizzavo detersivi chimici di ogni genere su materiali di ogni tipo senza chiedermi se li potesse danneggiare o no.

In sostanza con un solo prodotto ho sostituito ben 10 detersivi chimici nocivi per me, la mia famiglia e l’Ambiente:

  1. Viakal- anticalcare e disincrostante per piastrelle, piano cottura ecc.
  2. Ammorbidente
  3. Sgrassante per fornelli e piani cottura
  4. Calgon- l’anticalcare per lavastoviglie e lavatrice
  5. antimuffa
  6. brillantante per lavastoviglie
  7. Lucidante per posate e metalli
  8. Detergente per vetri
  9. Per pulire scarichi e tubature
  10. Prodotto specifico per la pulizia del forno, del microonde e altri elettrodomestici